Mesomorfo: Come riconoscerlo?

È normolineo con ossa di dimensioni medie, tronco solido, bassi livelli di grasso corporeo, spalle larghe e vita stretta. Viene chiamato anche somatotipo muscolare ma conosciuto meglio con il nome di mesomorfo.

12.11.2015

Come abbiamo già introdotto nell’articolo della settimana scorsa, possiamo distinguere tre somatotipi principali: ectomorfo, endomorfo e mesomorfo. Ricordo inoltre che non è detto che una persona debba per forza rientrare in uno di questi tre somatotipi ma può avere anche caratteristiche miste.

Vorrei anche ricordare a chi non avesse letto il mio ultimo articolo che cercare di individuare il proprio somatotipo può essere di grande aiuto nello sviluppo di una programma di allenamento e anche di un programma nutrizionale finalizzato ai propri obiettivi. La giusta combinazione di allenamento e alimentazione è fondamentale per raggiungere i risultati ambiti.

Cerchiamo ora di conoscere meglio questo somatotipo, il mesomorfo.

L’aspetto morfologico di questo somatotipo può essere definito attribuendo il punteggio 1-7-1 dove il primo numero indica la componente endomorfica, il terzo quella mesomorfica e la seconda quella ectomorfica, che appunto nel nostro caso rappresenta il numero più alto essendo la componente privilegiante.

Il mesomorfo lo si riconosce perché ha un aspetto forte e compatto; muscolo scheletrico, ossa e tessuto connettivo risultano essere più sviluppati. E’ predisposto quindi a sviluppare facilmente la massa muscolare, presentando quindi elevata capacità di ipertrofia. Grazie al muscolo scheletrico ben sviluppato ha un metabolismo molto attivo, ciò comporta anche un metabolismo basale elevato e quindi un dispendio calorico maggiore. Sempre per questi motivi ha predisposizioni ad ingrassare limitate e dimagrisce facilmente. Nel caso di obesità questa sarà di tipo androide, quindi tenderà ad accumulare grasso nella parte alta del corpo. Per quanto riguarda le patologie risulta una tendenza verso le malattie cardiovascolari.

Furono individuate anche delle caratteristiche patologiche tipiche di questo individuo, come tendenza all’aggressività, al controllo, alla competizione. Può sentire la necessità dell’esercizio fisico appunto per cercare di mantenere anche il suo aspetto muscoloso e forte.

Per quanto riguarda l’aumento della massa muscolare anche il mesomorfo avrà dei programmi di allenamento preferenziali da svolgere per ottenere risultati migliori. Importante sarà anche inserire esercizi di stretching per aumentare la propria flessibilità ed esercizi per ottenere una giusta simmetria muscolare.

Quindi le metodiche di allenamento devono essere di un certo tipo; grazie alla sua struttura e alle sue caratteristiche può sostenere allenamenti ad alta intensità e con l’uso di carichi elevati. Questo somatotipo ha anche un ottimo recupero e quindi può allenarsi più degli altri senza pericolo di sovrallenamento. Una frequenza ottimale di allenamento può variare dalle 3 alle 5 volte a settimana a seconda delle modalità e della durata.

Per quanto riguarda l’alimentazione, l’individuo mesomorfo può permettersi di variare molto, grazie appunto al suo metabolismo elevato che gli permette di bruciare più calorie. E’ consigliato comunque non superare i due giorni a settimana di eccesso calorico.

Rimanete aggiornati grazie al nostro sito e seguite i vari articoli dedicati anche alla dieta.Se volete aumentare la vostra massa muscolare vi consiglio di seguire i nostri programmi di allenamento, a partire dal giorno 1.

Dateci dentro!

Vanessa Zanella (BlogInstagramFacebookYouTube)

Cosa miglioreresti in questo articolo?




Il contenuto potrebbe essere...





Cancellare

Ti è piaciuto l´articolo?