Consigli per correre sulla neve

In questo periodo inizia a nevicare in alta quota, ma anche in quella più bassa! E allora gli amanti della corsa devono prepararsi ad uscire con queste condizioni climatiche. Cosa devono sapere?
04.01.2018



Correre con la neve per molti è davvero affascinante e divertente, addirittura per quelli che non si allenano con la pioggia. La neve è silenziosa, rilassa ed è bello guardarsi intorno e vedere il panorama completamente bianco. In città la neve dura poco, mentre in campagna, nei boschi e in montagna diventa nei mesi invernali una costante.

Ecco cosa bisogna sapere per correre sulla neve.

Più allenante
Correre sulla neve è più faticoso sia perché il terreno non favorisce la velocità e la leggerezza del movimento, sia perché quasi sempre vi troverete ad un’altezza maggiore rispetto a quella dove siete abituati a correre e perché in montagna ci sono vari e saliscendi che non sempre si ritrovano in strada e in città, dove invece la neve tende ad andare via più velocemente. In una condizione altimetrica e morfologica differente, correre è più faticoso, molto allenante e si sottopone il cuore a più sollecitazioni e cambi di ritmo frenetici come accade nelle ripetute.

Terreno d’appoggio differente
La superficie cambia molto spesso. L’asfalto è bagnato, c’è possibilità di trovare lastre di ghiaccio e se siete fortunati trovate la neve fresca, dove è bellissimo correre, ma dovrete fare attenzione. Quindi quando nevica si possono trovare in successione diversi tipi di superfici: l’asfalto asciutto e pulito al quale siete abituati. Dove la neve si è sciolta incontrerete, dell’asfalto bagnato e vi sporcherete un po’. Attenzione alle lastre di ghiaccio nascoste sotto la neve fresca. E la neve fresca o moderatamente battuta: la neve fresca è un po’ la sabbia invernale e non è particolarmente insidiosa.

Abbigliamento
Non vi coprite molto perché l’attenzione che dovete riservare al terreno vi farà sprecare diverse energie e soprattutto i cambi di pendenza vi faranno sudare. Con la neve e il freddo, il sudore ghiaccia prima quindi è importante usare materiale tecnico e termoregolato. Indossate i soliti pantaloni preferendo magari quelli un po’ più pesanti. Maglietta a maniche lunghe traspirante a contatto con la pelle e una maglia più spessa sopra, più protettiva e termica. Una giacca antivento per proteggervi dall’aria quando iniziate a sudare. Mi raccomando di coprire la testa con un cappello o una fascia e di mettere i guanti che vi proteggeranno anche in caso di scivolone che in neve fresca può essere anche divertente.

Scarpe
Ovviamente visto che corriamo su una superficie scivolosa, servono delle scarpe apposite che abbiano un grip maggiore. La scarpa consigliata è quella da trail: protettiva, possibilmente in Goretex, per assicurare una sufficiente impermeabilità, con un’ottima tenuta della suola e ben isolata a livello termico. Esistono scarpe con ghetta incorporata che aderendo con un elastico sopra alla caviglia, evitano di farti entrare la neve. In alternativa puoi indossare le ghette separatamente. Inoltre esistono delle “catene” per le scarpe che vi aiuteranno a non scivolare proprio come fanno quelle per le gomme dell’auto.

Maggiore attenzione
Stai molto attento, specie in discesa, ma in generale per tutto l’allenamento cercando di non andare troppo veloce. Guarda più avanti di te di almeno un metro, se guardi dove stai mettendo il piede, non sai cosa verrà dopo e sarai impreparato a un terreno ostile o a una lastra di ghiaccio.

Divertimento
Non pensare che stai facendo un allenamento per migliorare la tua velocità o la distanza, fregatene di orologio gps, andatura e tutto il resto e pensa a goderti questo momento!


Cosa miglioreresti in questo articolo?




Il contenuto potrebbe essere...





Cancellare

Ti è piaciuto l´articolo?